Per tutti i gruppi
10 pezzi
Ricetta senza frutta secca oleosa
FRANCESCA TREVISI – E’ TUTTA UN’ALTRA PASTICCERIA
  • Ingredienti:
    240 ml latte vegetale (soia o mandorle) leggermente tiepido
    200 g farina di quinoa
    30 g farina di barbabietola rossa
    60 g olio di vinacciolo
    6 g lecitina di soia per tutti i gruppi (lecitina di girasole solo per gruppo 0 e A)
    4 g cremortartaro
    4 g bicarbonato
    2 g farina di semi di carruba
    2 uova
    3 cucchiaini colmi di semi di lino
    Buccia grattugiata di 1 limone non trattato
  • Per la decorazione:
    Quinoa soffiata
  • Per la farcitura:
    150 g barbabietola rossa cotta
    80 g panna di soia (vedi ricetta base)
    15 g farina di barbabietola

 

  • Tritare grossolanamente i semi di lino a coltello.
    Preparare 10 stampi da tortina diametro 7 cm leggermente oliati.
    Sciogliere nel bicchierone del minipimer la farina di semi di carruba e la lecitina con il latte vegetale, frullare con il minipimer.
    In una ciotola frullare le uova intere con le fruste finchè non saranno chiare e spumose.
    In una seconda ciotola mescolare la farina di quinoa tricolore (mix di quinoa bianca, rossa e nera) con i semi di lino tritati, la scorza di limone grattugiata, il cremortartaro e il bicarbonato. Formare un incavo al centro e porvi il liquido con semi di carruba e lecitina, l’olio e le uova montate, amalgamando bene il tutto con un cucchiaio.
    Versare il composto negli stampi e cuocere in forno preriscaldato ventilato a 170° per 30 minuti. Fare raffreddare su una gratella e farcire quando freddi.
    Preparare la farcitura: mettere nel bicchierone del minipimer la barbabietola rossa, la panna di soia e la farina di barbabietola, frullare finchè non si otterrà un composto liscio e omogeneo. Tagliare a metà le tortine e farcirle con la mousse di barbabietola ottenuta aiutandosi con una sac a poche.