Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

WAFFEL SOFFICISSIMI

GRUPPO 0

100 G DI FARINA DI CECI DENATURATA

2 ALBUMI D’UOVO

3 G DI LECITINA DI SOIA

30 ML OLIO

100 ML ACQUA

UN PIZZICO DI SALE

SESAMO (FACOLTATIVO)

 

-Sciogliere la lecitina nell’acqua

-Montanare a neve gli albumi

-Riunire in una ciotola la farina di ceci, l’olio, la lecitina con l’acqua, il sale e una manciata di sesamo.

-Mescolare la pastella e unire anche gli albumi montati a neve.

-Far riposare un’ora in frigorifero

-Cuocere su piastra waffel per 10 minuti.

 

Risulteranno dei waffel leggerissimi da accompagnare a salumi, maionese, verdure, tonno, sgombro o anche crema di mandorle o nocciola, o semplicemente così come snack.

CREMA DI MIGLIO E BROCCOLI

Per tutti i gruppi

-400 gr di broccoletti

-100 gr di miglio in grani

-il succo di 1 limone

-un cucchiaio di dado vegetale fatto in casa

-olio a scelta

-una spolverata di formaggio di capra semistagionato (facoltativo)

 

Mettete in ammollo il miglio con acqua e il succo di limone. Lasciate riposare tutta la notte, oppure almeno un paio d’ore.

Sciacquatelo in acqua corrente.

Portate a ebollizione 400 ml di acqua

Fate cuocere assieme il miglio, i broccoli e il dado vegetale per 25 minuti.

Frullate il tutto con il minipimer e servite aggiungendo un filo d’olio e volendo una spolverata di formaggio di capra.

PANDOLCE DI NATALE

Ingredienti

G 180    FARINA DI SARACENO CHIARA (solo gruppo 0 e A – oppure Quinoa per tutti)

G 20       FARINA DI CASTAGNE

G 100    FARINA DI MANDORLE

G 100    MARGARINA VEGETALE

ML 400 LATTE DI MANDORLE

G 80       ZUCCHERO

G 8         LIEVITO DI BIRRA FRESCO

G 6         CUTICOLA DI PSILLIO

N 2         TUORLI D’UOVO

N 2         CUCCHIAI AROMA PANETTONE*

*scorza di un limone, 40 g di cedro candito, 100 g di miele millefiori liquido, 1 fiala aroma vanillina (no gruppo 0), 40 g di zucchero 60 ml acqua, 50 gr uvetta sultanina, 1 pizzico di sale, 20 ml marsala.

Copertura

N 2         ALBUMI

G 40       FARINA DI MANDORLE

G 40       ZUCCHERO

G 40       MANDORLE A LAMELLE

 

Preparazione

  • AROMA PANETTONE – 1 VASETTO DA 250 da utilizzare anche in altri dolci
  • Utilizzando un frullatore o un minipimer, tritare tutti gli ingredienti assieme fino a ottenere una crema liquida.
  • Intiepidire il latte di mandorla e versarne 100 ml in un bicchiere assieme a 1 cucchiaino di zucchero e al lievito di birra. Mescolare per far sciogliere il lievito.
  • In una ciotola mettere il latte di mandorla rimanente assieme alla cuticola di psillio e frullare con un minipimer. Aggiungere i tuorli, la margarina vegetale, lo zucchero e 2 cucchiai di aroma panettone e frullare ancora un po’ per miscelare.
  • Accendere il forno e portarlo alla temperatura di 30 gradi.
  • In una ciotola capiente mettere la farina di mandorle, quella di saraceno e quella di castagne.
  • Aggiungere alle farine il lievito di birra sciolto e il composto di psillio, mescolare velocemente.
  • Imburrate uno stampo diametro 15, altezza 10, con margarina vegetale e passate un po’ di farina di saraceno.
  • Versate il composto e lasciate lievitare in forno tiepido per 40 minuti circa.
  • Lasciando il pandolce nel forno portate la temperatura a 170° e fate cuocere per 35 minuti, quindi abbassate a 160° e proseguite la cottura per altri 30 minuti.
  • Capovolgete lo stampo su un piatto senza estrarre il pandolce e lasciate in forno spento altri 60 minuti.
  • Preparate la glassa frullando le albumi con la farina di mandorle e lo zucchero.
  • Aprire lo stampo ed estraete il pandolce, posizionatelo su un teglia da forno e spalmatelo con la glassa, cospargendo anche mandorle a lamelle.
  • Rimettete in forno a 160° per 5 minuti o fino a doratura delle mandorle.
  • Attendere il completo raffreddamento prima di servire
  • Per i più golosi, versare sulle fette ancora un po’ di aroma di panettone.

Questo dolce piacerà a tutti, anche a chi non segue la dieta dei gruppi sanguigni, che non si accorgerà che si tratta di un dolce senza glutine e senza latticini.

Buon Natale a tutti!

 

BISCOTTI ALL’ANICE X BISCOTTIERA ELETTRICA

(solo gruppi 0 e A)

Ingredienti per 16 biscotti

  • 160 gr di farina di GRANO SARACENO
  • 1 uovo
  • 70 gr di margarina vegetale fatta in casa
  • 3 gr inulina di cicoria in polvere
  • 50 gr di zucchero
  • 20 gr di semi di anice
  • ½ bustina di ammoniaca in polvere
  • 2 cucchiai di latte di soia

Procedimento:

La preparazione di questi deliziosi biscotti è semplicissima: riunite assieme tutti gli ingredienti, impastate velocemente con le mani. L’impasto risulterà un po’ colloso, ma non cremoso. Regolatevi con la quantità di latte: mettetelo solo se serve o mettetene un po’ di più se serve. Dipende dalla dimensione dell’uovo e dalla macinatura della farina di grano saraceno.

Riscaldate la biscottiera elettrica e riempite gli stampini fino al bordo. In cottura raddoppieranno di dimensione. Fate cuocere 10 minuti. Se li preferite più dolci distribuite un po’ di miele in superficie una volta cotti.Per maggiori informazioni sulla biscottiera clicca qui

SCHIACCIATINE DI FARINA DI RISO INTEGRALE

Ingredienti:

  • 300 gr di farina di riso integrale
  • 3 albumi d’uovo
  • 300 ml acqua
  • 3 gr inulina di cicoria in polvere
  • 2 gr di lecitina di soia
  • 1 gr di ammoniaca per biscotti
  • 30 ml olio a piacere
  • Sale qb

Procedimento:

  • Portate l’acqua a bollore e il forno alla temperatura di 200° statico.
  • Mettete in una ciotola gli albumi, la lecitina, l’inulina, l’olio, l’ammoniaca e il sale e miscelate con una frusta manuale o elettrica per qualche minuto.
  • Aggiungete la farina e iniziate ad amalgamare con una forchetta versando poco alla volta l’acqua bollente.
  • L’impasto non deve diventare cremoso, ma semi solido, quindi non aggiungete tutta l’acqua se non serve, o aggiungetene altra se serve.
  • Foderate una teglia con carta forno, rovesciateci sopra l’impasto e stendetelo con le mani fino a portarlo allo spessore di 6/7 millimentri. Usate usa rotella tagliapasta per creare tanti rettangoli o quadrati. Bucherellate con i rebbi di una forchetta. Fate cuocere in forno per 15 minuti.

Note: queste schiacciatine restano friabili anche da fredde e sono decisamente meglio delle solite gallette!

Maionese al limone classica

Ma è davvero tanto difficile fare una semplice maionese classica di soli tuorli d’uovo, olio, sale e limone?

Seguendo questi accorgimenti non potrete più fallire!

Ingredienti: 

  • 2 tuorli d’uovo (preferibilmente biologici) – non importa se freddi di frigo o meno, l’importante è che non siano vecchi
  • 200 ml olio di girasole – intiepidito in un pentolino (tiepido significa che se ci mettete dentro un dito non vi scottate)
  • 1/3 di cucchiaino di sale
  • 1/4 del succo di 1 limone

 

Attrezzatura: una frusta, meglio se elettrica per avere una velocità costante.

 

Procedimento:

Mettete il sale e il succo di limone in una ciotola, aggiungete i tuorli e azionate la frusta a velocità minima.

Dopo 5/6 secondi iniziate a versare un poco di olio intiepidito senza mai spegnere la frusta. Se usate quella a mano non cambiate mai senso di rotazione. Aggiungete l’olio ogni 3 secondi fino a terminarlo. Il totale dell’operazione dura si è no 60 secondi!

 

Riponete in frigorifero almeno mezz’ora prima di servire.

Consumare in giornata.

MUFFIN DI QUINOA E CAROTE

MUFFIN DI QUINOA E CAROTE

per tutti i gruppi

di Paola Brancaleon

Ingredienti:

  • 250 GR DI FARINA DI QUINOA
  • 200 GR DI CAROTE
  • 100 GR DI BURRO VEGETALE
  • (100 ml olio di vinacciolo o girasole, 12 gr lecitina di soia, 30 ml acqua ghiacciata)
  • 50 GR DI ZUCCHERO
  • 2 UOVA
  • 30 GR DI UVETTA
  • 1 BUCCIA DI LIMONE
  • UN PIZZICO DI SALE
  • 50 ML MARSALA

 

Procedimento:

  • Pulite le carote, tritale finemente con un tritatutto e lasciatele riposare per 30 minuti.
  • Mettete a mollo l’uvetta sultanina con il vino marsala.
  • Grattugiate la scorza di limone.
  • Preparate il burro vegetale: fate sciogliere la lecitina di soia in poca acqua a temperatura ambiente mescolando con un cucchiaio, aggiungete l’olio e l’acqua ghiacciata, quindi azionate il frullatore ad immersione per qualche istante. Si formerà una crema densa come margarina spalmabile. Aggiungete metà dello zucchero e mixate ancora 30 secondi. Riponetelo nel surgelatore.
  • Montate i rossi d’uovo con i restanti 50 gr di zucchero. Unita la farina di quinoa e amalgamate un po’ con l’aiuto di una forchetta, il burro vegetale e mescolate di nuovo, il pizzico di sale, le carote ben strizzate, l’uvetta assieme al vino. Amalgamate bene il tutto.
  • Montate a neve ben ferma le due chiare d’uovo e utile al composto mescolando delicatamente.
  • Il composto sarà molto cremoso.
  • Versate il composto negli stampini per muffins.
  • In estate consiglio di utilizzare una piastra elettrica per muffins, tempo di cottura 15 minuti, ma, se non l’avete e le temperature lo consentono, potete utilizzare il forno portandolo alla temperatura di 160° per 20/25 minuti.

TORTINE DI QUINOA TRICOLORE E BARBABIETOLA

Per tutti i gruppi
10 pezzi
Ricetta senza frutta secca oleosa
FRANCESCA TREVISI – E’ TUTTA UN’ALTRA PASTICCERIA
  • Ingredienti:
    240 ml latte vegetale (soia o mandorle) leggermente tiepido
    200 g farina di quinoa
    30 g farina di barbabietola rossa
    60 g olio di vinacciolo
    6 g lecitina di soia per tutti i gruppi (lecitina di girasole solo per gruppo 0 e A)
    4 g cremortartaro
    4 g bicarbonato
    2 g farina di semi di carruba
    2 uova
    3 cucchiaini colmi di semi di lino
    Buccia grattugiata di 1 limone non trattato
  • Per la decorazione:
    Quinoa soffiata
  • Per la farcitura:
    150 g barbabietola rossa cotta
    80 g panna di soia (vedi ricetta base)
    15 g farina di barbabietola

 

  • Tritare grossolanamente i semi di lino a coltello.
    Preparare 10 stampi da tortina diametro 7 cm leggermente oliati.
    Sciogliere nel bicchierone del minipimer la farina di semi di carruba e la lecitina con il latte vegetale, frullare con il minipimer.
    In una ciotola frullare le uova intere con le fruste finchè non saranno chiare e spumose.
    In una seconda ciotola mescolare la farina di quinoa tricolore (mix di quinoa bianca, rossa e nera) con i semi di lino tritati, la scorza di limone grattugiata, il cremortartaro e il bicarbonato. Formare un incavo al centro e porvi il liquido con semi di carruba e lecitina, l’olio e le uova montate, amalgamando bene il tutto con un cucchiaio.
    Versare il composto negli stampi e cuocere in forno preriscaldato ventilato a 170° per 30 minuti. Fare raffreddare su una gratella e farcire quando freddi.
    Preparare la farcitura: mettere nel bicchierone del minipimer la barbabietola rossa, la panna di soia e la farina di barbabietola, frullare finchè non si otterrà un composto liscio e omogeneo. Tagliare a metà le tortine e farcirle con la mousse di barbabietola ottenuta aiutandosi con una sac a poche.